AIUTO! PELLE SECCA

 

L’incubo post mare: PELLE SECCA e OPACA

Spesso in estate la nostra pelle appare secca e disidratata questo perché l’esposizione al sole secca l’epidermide, ovvero lo strato superficiale della nostra pelle. (consulta l’articolo di Giugno “L’importanza della protezione solare”).

Quanto ci piacerebbe mostrare una pelle luminosa e liscia al tatto? Cute secca è sinonimo di pelle che tende ad arrossarsi, appare ruvida e opaca, irritata e screpolata. Oltre ai raggi UV, anche noi siamo responsabili della secchezza della nostra pelle, ma in che modo? Lavaggi frequenti, prodotti aggressivi, esposizione al sole senza crema solare possono provocare uno stress alla pelle. Essenziale è bere molta acqua e introdurre nella dieta alimenti che contengono acqua e che contribuiscono ad idratare la pelle in modo naturale: carote, zucchine, cetrioli, melone, anguria e in generale tanta frutta e verdura di stagione della dieta mediterranea.

 

“Perché sentiamo spesso dire che l’acqua del mare fa male alla pelle?”

Ciò che nuoce al nostro derma non è l’acqua in se, ma la salsedine. L’acqua del mare o della piscina (per il cloro) amplificano l’effetto dei raggi solari facilitando così la disidratazione della pelle. Quest’ultima, associata al sole estivo, comporta degli effetti negativi sulla nostra pelle e, se questi non vengono limitati, possono causare pelle secca e screpolata.

Fondamentale per evitare la pelle secca è idratarsi dall’interno e dall’esterno, utilizzare prodotti solari adeguati e ricordarsi di sciacquarsi sempre dopo essere stati immersi in cloro o salsedine. Nutrire ed idratare la nostra pelle, non solo al fine di donarle un aspetto più sano, ma anche per conferirle uno stato di salute migliore.

 

“Perché ho la pelle secca? É la prima volta che lo noto!”

Se si ha la pelle che si spella, che si squama o che si sfoglia, è un chiaro segnale che non ci siamo abbronzati in maniera corretta.  Probabilmente il tipo di protezione solare non era adatta per il nostro corpo; oppure abbiamo fatto lunghe maratone di tintarella, senza pause e senza idratazione nelle ore più calde!

 

“Come curare la pelle post abbronzatura?”

Per donare alla nostra pelle una radiosa tintarella è consigliabile curare il nostro corpo.

La rigenerazione della pelle va favorita con l’esfoliazione, da effettuare con lo scrub e trattamenti esfolianti a base, per esempio, di acido glicolico, aiutano a eliminare le cellule morte superficiali e migliorano l’efficacia delle creme idratanti. Lo step successivo è idratare la pelle con una crema super nutriente e idratante, magari anche ricche di vitamina E ed antiossidanti in grado di rigenerare la pelle! Non stressare la pelle, diamo il tempo di rigenerarsi, è bene evitare di esporsi al sole subito dopo il trattamento.

 

“Lo scrub non rimuove l’ abbronzatura!”

Per una pelle morbida, vellutata e profumata, gli scrub corpo sono perfetti per eliminare le cellule morte e mantenere la cute liscia come la seta!

Lo scrub caratterizzato da una fragranza fresca ed estiva è anche piacevole da fare, davvero una coccola post mare. Sulla pelle umida lo scrub è piu delicato!

Eppure ancora tantissime persone, soprattutto in estate, evitano ogni tipo di esfoliazione perché convinte che vada a rimuovere l’abbronzatura. Al contrario, l’azione meccanica dell’esfoliazione, elimina delicatamente le impurità depositate sulla superficie della cute. Una pelle sana e bella, morbida e idratata, manterrà la tintarella più a lungo per le nostre future giornate di mare.

 

 

 

 

 

Se anche tu, come noi, ami il mondo del beauty, corri a iscriverti alla newsletter per essere sempre aggiornato/a e ricevere i nostri articoli. Contattaci e consigliaci nuovi hot topics!

Luglio 2020

BeautyAround

Leave your comment